BLOG, CONSIGLI, RICETTE
Leave a comment

Torta Salata con Crema di Porri e Cavolo Nero Croccante

IMG_3537

La torta salata è un’ottima soluzione per differenti situazioni: pranzo d’asporto, aperitivo, una cena leggera, ma io la mangio anche a colazione o a merenda!!!

Era tempo che volevo pubblicare questa ricetta, e altre volte l’ho cucinata di recente ma…tempo di sfornarla e che perda la rovenza del forno, giusto un po’, e…olplà, sparita! 

Vero che io sono una food blogger atipica, di quelle con le lacrime di coccodrillo, dice il mio compagno, che prima si siede e mangia e poi, all’epoca delle ultime briciole, piange perché non ha fotografato il piatto!! 

Ne ho fatta un’altra, anche lei fantastica, con la zucca, che proverò a produrre nuovamente e tenere da parte qualche minuto, giusto il tempo di fotografarla per voi! 

Che poi non è che la foto sia fondamentale, ma credo possa svelare una parte dell’essenza del sentimento messo nel cucinarla.

A maggior ragione se pensate che io non seguo ricette, il più delle volte procedo a sentimento ed aromi: annuso, accosto, scelgo. Fa ridere visto da fuori, ma nella mia cucina succede davvero!

Dopo l’assaggio dovrei correre a scrivere gli ingredienti, altrimenti poi che vi scrivo?

Tornando a questa torta salata, ho scelto di privilegiare il contrasto, sia di gusto, che di consistenza (dolce e morbido porro, amaro-acido e croccante cavolo nero).

È una torta profumatissima, aromatica, che sa della coccola d’inverno.

Si può preparare anche in diversi tempi: l’impasto il giorno prima e la farcia il giorno stesso o viceversa, così da non occuparci troppo tempo concentrato in un unico momento.

Tra le note tecniche e terapeutiche del cavolo nero, troviamo che è un potente antinfiammatorio (viene anche usato come impacco su distorsioni, lesioni varie…), ricco di vitamina c, ottimo per eliminare tossine e per drenare liquidi, generoso fornitore di minerali (potassio, ferro, calcio…), buona fonte di fibre, dal potere antiossidante e considerato un alleato contro alcuni tipi di tumore.

TORTA SALATA CON CREMA DI PORRI E CAVOLO NERO

Per la farcia:

4-5 porri

10-12 foglie circa di cavolo nero

1 cipolla media

Olio qb

Sale marino integrale qb

Per l’impasto:

200 gr di farina integrale (anche di farro) o al massimo tipo 2

3-4 cucchiai di olio extra vergine d’oliva

1/2 cucchiaino di sale

Acqua qb

Preparare l’impasto mischiando gli ingredienti e lavorando per  circa 10 minuti, in modo da formare una pallina soda che faremo riposare coperta da pellicola per almeno una mezz’ora (se è per il giorno dopo, riporre in frigo ed estrarre 1 oretta prima della successiva lavorazione).

Tagliare il porro a rondelle abbastanza fini. Scaldare un paio di cucchiai di olio in padella, inserire il porro, rigirando spesso. Salare un pizzico, sfumare con un po’ di acqua e continuare a stufare con acqua per qualche minuto, fino a che il porro tenderà a disfarsi toccandolo con il cucchiaio. Spegnere e fare intiepidire, poi frullare grossolanamente.

Tagliare la cipolla a mezzaluna e il cavolo in strisce sottili.

Scaldare un goccio di olio in pentola, inserire la cipolla, far rosolare, salare un pizzico, sfumare con un po’ di acqua. Una volta evaporato il liquido, inserire il cavolo, rigirare per bene, salare un pizzico e cuocere per 6-7 minuti, finché le foglie inizino ad ammorbidirsi. Spegnere e lasciare intiepidire.

Riprendere l’impasto, stendere con un matterello fino a raggiungere lo spessore di 3-4 mm. Foderare la tortiera con l’impasto, bucherellare il fondo e riempire nello strato sotto con la crema di porri, sopra a questa, adagiare il cavolo saltato con la cipolla.

Io ho lasciato i bordi alti ma ritengo che con questo tipo di ripieno sia più adatto richiudere il bordi sopra la farcia stessa, oppure, meglio ancora, chiudere la torta anche sopra. Solo per una facilità in più nel mangiarla senza fare cadere pezzi. 

Se si optasse per la seconda soluzione, raddoppiare le dosi dell’impasto e tirare due dischi, uno più grande per la parte sotto e uno più piccolo per il “cappello” sopra.

Infornare a 180° per 30 minuti circa.

Sfornare e …fotografare : D

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *