BAMBINI, BLOG, DOLCI, RICETTE
Leave a comment

Meravigliosa Ciambella alle carote

IMG_3309

I puristi della macrobiotica non me ne abbiano: lo so che in primavera bisognerebbe ridurre i prodotti da forno che interferiscono con il lavoro del fegato, però in questi giorni, qui pare novembre ed io sono stata colta da un forte desiderio di torte della nonna papera!

Ve le ricordate le camille? Quelle tortine arancionissime (ma come era possibile??) alle carote? Io credo di averle assaggiate una volta nella vita e non ricordo nemmeno che sapore avevano ma mi sono venute in mente più che altro perché ho pensato che erano proprio soffici e avevo voglia di un dolce bello da vedere, soffice soffice e buono da mangiare! Insomma una coccola!

Ed eccolo!

Come sempre senza farine o altri ingredienti raffinati, sempre senza uova o prodotti animali, in una parola (anzi in due) naturale e macrobiotico!

Questa ciambella è davvero leggera e soffice, gustosa e salutare, tanto che la seconda fetta è d’obbligo!

Si presta, volendo, anche a piccole variazioni come l’aggiunta di composta di frutta colata sopra o inserita nel mezzo (tagliando in due, sopra/sotto, la ciambella) o, per i più golosi, colando del cioccolato fuso 100% cacao sulla superficie!

Ma è molto molto buona anche così, nella sua semplicità.
CIAMBELLA ALLE CAROTE

160 gr farina di semola di grano duro rimacinata
190 gr farina integrale di farro
1 bustina di lievito naturale
1 pz sale marino integrale
1 pz curcuma (fac, è solo per avere un colore arancione più intenso)
80 gr olio evo
100 ml malto di riso
180 gr carote pulite e tritate finemente
1/2 limone buccia grattugiata
Succo di mela o acqua qb
1 cucchiaio di aceto di mele

Unire gli ingredienti secchi, poi i liquidi (tranne succo di mela o acqua).

Aggiungere acqua poco alla volta fino ad ottenere un impasto cremoso ma non liquido (tipo crema per il corpo per intenderci).

Inserire nello stampo e infornare a 180 gradi (forno statico) per 40/50 minuti (a seconda del forno).

Eseguire sempre la prova dello stecchino (infilare il legnetto che deve uscire pulito e asciutto).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *