BLOG, CONSIGLI, IN EVIDENZA, RICETTE
Leave a comment

Ratatouille Macrobiotica Sciogligrassi

Ratatouille macrobiotica sciogligrassi

Anche se non sembra, la primavera sta arrivando! Nonostante il freddo che persiste, le giornate si sono allungate, gli uccellini tornano a cinguettare alti nel cielo, i boccioli si gonfiano e si preparano a incantarci con la loro bellezza. Esattamente come succede ogni anno a questo punto.

Tutta la natura si sta risvegliando e con essa anche il nostro corpo ha bisogno di nuovo vigore, di sgranchirsi dopo una maggiore lentezza invernale e di depurarsi dagli eccessi accumulati durante la stagione fredda.

Cellulite, chili in più, rigidità muscolare, gonfiori, pelle opaca, problemi alla gola, sonno disturbato, male alla testa ricorrente: sono tutti problematiche che possono sorgere quando il fegato è intasato e fa fatica a metabolizzare grassi ed eccessi in generale.

Per fortuna la natura e la macrobiotica ci possono dare una grande mano a disintossicarci, depurarci, sostenendo e dando una sferzata al fegato affinché riprenda le sue funzioni!

E questa è proprio la stagione giusta per avviare una sana depurazione.

Nella ricetta che vi propongo oggi ci sono proprio tutti gli elementi che aiutano il fegato:

CAROTE E DAIKON (o ravanello) che portano un effetto sciogli grassi in profondità, così da agire anche sul grasso viscerale.
VERZA che come tutte le foglie versi aiutano il corpo ad aprirsi e disintossicarsi
ACIDULATO DI UMEBOSHI per stimolare ancora di più la funzionalità del fegato
FUNGHI SHITAKE con la loro azione diuretica sciolgono grassi e vecchi accumuli. Attenzione per chi soffre di pressione bassa poiché sono decisamente diuretici.
RATATOUILLE MACROBIOTICA SCIOGLIGRASSI

2 carote
1 cipolla grande
2/3 ravanelli o 1 daikon non troppo grande
1 pezzetto di verza (stesso volume di carota e cipolla)
1 fungo shitake
Olio evo qb
Sale marino integrale qb
Acidulato di umeboshi

Mettere in ammollo il fungo per 10 minuti o finché diventa morbido, poi tagliarlo a striscioline sottili.
Nel frattempo tagliare tutte le verdure a dadini, la verza in pezzetti.
Scaldare un cucchiaio di olio in padella e fare rosolare la cipolla aggiungendo qualche granello di sale e sfumando poco dopo con un goccio di acqua. Quando il liquido sarà evaporato, aggiungere prima la carota, poi i ravanelli, la verza e un pizzico di sale. Mescolare brevemente e inserire il fungo. Fare cuocere per una decina di minuti circa, a fuoco lento, avendo premura di aggiungere dell’acqua o brodo in caso si asciugasse troppo.
Spegnere e inserire qualche goccia di acidulato (poco perché è molto salato!) prima di servire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *