BAMBINI, BLOG, DOLCI, IN EVIDENZA, RICETTE
Leave a comment

Crostata di Lamponi ai due Cuori e dello stupore per la Pasticceria Macrobiotica!

image

Forse mi ripeto, non lo so, ma la prima volta che ho assaggiato un dolce macrobiotico, sono rimasta stupita. Non che fossi prevenuta, ma io un gusto così buono insieme a tanta leggerezza non l’avevo mai provato! Da allora in casa mia non circola altro tipo di dolce.

La questione fondamentale è che non usando prodotti di origine animale come uova, burro, latte vaccino, formaggi o panne varie, il dolce risulta molto più digeribile e di conseguenza più salutare. Mettiamoci anche il fatto che in macrobiotica non si usa zucchero né farine raffinate (entrambi hanno notevoli ripercussioni negative sull’andamento glicemico), in favore dei più profumati malti e delle più saporite farine integrali.

Ne risulta quindi un dessert delicato, naturalmente aromatico e soprattutto buono con il nostro corpo, a tal punto che la seconda fetta non solo è concessa ma caldamente raccomandata!

Ecco quindi la ricetta di questa buonissima crostata appena sfornata!

CROSTATA DI LAMPONI AI DUE CUORI 

Per la frolla:
300 gr farina integrale di farro
75 ml olio evo
150 gr malto di riso
20 ml succo di mela
1/2 busta di lievito naturale (cremor tartaro)
Pz di sale
Pz di vaniglia

Marmellata di arance senza zucchero qb
1 piccolo cestello di lamponi freschi

Preparare la frolla unendo prima gli ingredienti secchi e poi quelli liquidi (tranne il succo di mela che andrà unito alla fine se necessario). Unire poi tra loro le due parti e lavorare con le mani, fino ad ottenere un panetto sodo. Riporre avvolto da carta pellicola in frigorifero per circa un’ora.

Frullare i lamponi conservandone qualcuno per guarnire la superficie.

Estrarre quindi la frolla dal frigorifero, stenderla in una teglia rotonda per uno spessore di circa mezzo cm, bucherellare il fondo e cospargere con la marmellata di arance e successivamente con la purea di lamponi, guarnire con i frutti ed infornare a 180° per 25 minuti circa.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *