BAMBINI, BLOG, CONSIGLI, RICETTE
comments 6

Carote pressate, la magia della Fermentazione

18

Nel parlarvi della ricetta di oggi vi mostro orgogliosa un attrezzo che mi piace tanto e che uso molto: il pressa verdure. Che non è però necessario, ma molto più pratico e in frigo riduce notevolmente l’ingombro. Ma procediamo con ordine e partiamo dall’inizio.

Oggi ho fatto le carote pressate con il sale. La pressatura veniva usata in passato per conservare certi alimenti, quando ancora non esistevano i frigoriferi.

La procedura è semplice e veloce; poi bisogna dare modo alla natura di seguire il suo corso: ed ecco che, un alimento -una verdura con le sue caratteristiche e cose buone- si trasforma in un altro, ancora più ricco e buono per noi.

Infatti, utilizzando il metodo della pressatura, già dopo 12 ore si attiva una leggera fermentazione che presenta numerosi vantaggi tra cui:

produzione di varie vitamine, fermenti lattici e acido lattico, che rinforzano stomaco e intestino, attivando la digestione e riattivando la flora batterica intestinale e vaginale; forniscono sali minerali e vitamine, rinforzano il sistema immunitario, inibiscono lo sviluppo di batteri intestinali patogeni.

Le verdure pressate in particolare aiutano a metabolizzare i grassi.

Consiglio spesso l’utilizzo di insalatini, salamoie varie e verdure pressate, soprattutto in caso di debolezze intestinali o periodi di necessario recupero, durante e dopo i virus che colpiscono l’intestino. Li uso spesso anche in famiglia (a fine pasto non mancano praticamente mai), e posso assicurare che godiamo di una salute davvero ottima!

Ecco la procedura:

Sbucciare le carote e tagliarle molto molto finemente (meglio usare la mandolina) a rondelle o striscioline e mettere in un recipiente. Mescolare con il sale (1 cucchiaino da caffè per kg di verdura). Mettete le carote in una ciotola e metteteci sopra un’altra ciotola con un peso di almeno 1 kg (una bottiglia piena di acqua dovrebbe bastare). Oppure usate il pressa verdure. Dopo un po’ le verdure inizieranno a rilasciare la loro acqua.

La pressione può variare da un minimo di 30 minuti, ad un massimo di 24 ore.

Le verdure sotto pressione si conservano in frigorifero nella loro acqua ( mi raccomando non scolatele finché sono conservate in frigo!) per 2/3 giorni.

Prima di servire, strizzare con le mani le verdure facendo uscire la loro acqua e poi condire a piacere.

6 Comments

  1. Ilaria says

    Buongiorno, Cosa sono gli insalatini e quali tipo di salamoie fai? Grazie
    Ilaria

    • Tiziana Padovan says

      Buongiorno. Gli insalatini sono le verdure messe sotto sale e pressate, proprio le stesse di cui parlo nell’articolo e di cui propongo la ricetta. Io in casa faccio solo questo tipo di verdure ma compro spesso i crauti o altre verdure in salamoia che consumo quotidianamente.

  2. Filomena says

    . ciao,buone le verdure pressate!
    Avevo letto da altri blog macro che per avere una ottima fermentazione, 2-3 gg.non sono sufficienti per avere tutti i benefici,ma farli fermentare,sempre infrigo.per una ventina di giorni o anche piu’.Come regolarmi?grazie.f

    • Tiziana Padovan says

      Buongiorno Filomena.
      Per avere una fermentazione completa ci vuole un po’ di più, questi sono insalatini veloci, facili e veloci da preparare per chiunque. Per la salamoia in vasetto la procedura è più lunga e complicata. In ogni caso, la leggera fermentazione degli insalatini che propongo in ricetta è ottima e comunque salutare.

  3. Patrizia Renoldi says

    Buongiorno Titti, hai qualche consiglio sui pressa-verdure per preparare gli insalatini? Oppure, quelli comprati hanno gli stessi principi nutritivi? Patti

    • Tiziana Padovan says

      Ciao! Il pressa verdure serve per fare degli insalatini veloci, gustosi e sani. Gli alimenti fermentati che trovi in vendita nei negozi, rimangono a fermentare molto più lungo, quindi sono molto più ricchi di fermenti e vitamine. Il pressa verdure serve di più per rendere meno espansiva la verdura cruda, meno raffreddante, come spiego nei miei articoli!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *